MONTANASO LOMBARDO (LO) - Grande, grandissima vittoria esterna del San Biagio contro una delle iniziali candidate al trono (forse la più delusa dall'andamento del proprio campionato) stoppandone la risalita in una partita non adatta ai deboli di cuore. Le emozioni infatti non sono mancate in questa partita che vede proprio il San Biagio iniziare la girandola di emozioni con Cannizzo che, al 30', calcia male un calcio di rigore concesso dal direttore di gara per un chiaro fallo di mano di Renda sul cross di Bianchi. Passano una manciata di minuti e nell'area opposta l'arbitro punisce con la massima sanzione un contatto dubbio tra Barbazza e Giangregorio. A differenza del 10 biancoblu, Donzelli dal dischetto fa 1-0. Passano 5 minuti e ancora Donzelli sigilla la doppietta personale finalizzando un bel contropiede iniziato da Ercoli. Fa 2-0 per i biancoverdi e, mentre la partita sembra in discesa per i padroni di casa, ecco la reazione che non ti aspetti: al 42' Bianchi lasciato colpevolmente solo dalla retroguardia locale in area solo fredda Nervetti, accorciando le distanze e, nell'unico minuto di recupero, D'Agostino insacca la rete del 2-2 su uno spiovente di Bianchi. Si va quindi negli spogliatoi con un pareggio giusto e pirotecnico.

Come non bastassero le emozioni del primo tempo, anche la ripresa si apre subito con il gol del sorpasso a cura di Cannizzo che sfodera il suo vellutato mancino e con un chirurgico diagonale castiga l'incolpevole Nervetti. 3-2 per il Samba e siamo solo al 2' minuto del secondo tempo! Il Montanaso ricomincia a spingere e i ragazzi di Rossetti fanno fatica a ripartire. Arriva così la rete del 3-3 con Renda, lesto a ribadire in rete una corta respinta di Comandù sul tiro ravvicinato di Giangregorio, vera spina nel fianco della difesa sanbiagina. Nemmeno il tempo di mettere la palla al centro che Benuzzi, al 24', vola sulla fascia destra, apre per l'accorrente Cannizzo che rientra sul suo piede preferito, mette in mezzo per il bomber Campagnoli che insacca meravigliosamente il pallone del 3-4 finale.

Vittoria quindi fondamentale per il morale, per la taratura dell'avversario e per la classifica alla luce dei risultati degli altri campi. Ora la testa va subito al 2 Aprile, dove tra le mura amiche il Samba affronterà il Borghetto in una sfida decisiva per scrollarsi di dosso il fantasma dei playout e vivere serenamente le partite rimanenti. Alè Samba!!!

SENNA LODIGIANA (LO) - Un gol a tempo scaduto tiene in piedi il Senna Gloria e lascia l'amaro in bocca al Samba che già pregustava il colpaccio contro la prima in classifica ma che nonostante ciò prosegue il momento positivo che gli undici di mister Rossetti stanno avendo. La partita sembra mettersi subito bene per i locali quando al 7' un capolavoro balistico di Arena su punizione lascia di stucco Comandù che sorpreso dalla trattoria ad arcobaleno non può fare nient'altro che raccogliere la palla nel sacco. La reazione del San Biagio è però veemente e da grande squadra: al 20' Cannizzo batte un corner e capitan D'Agostino è il più lesto ad approfittare del parapiglia che si era generato in area piccola. Calvi battuto e palla al centro. Il primo tempo, giocato sotto una pioggia battente, si può riassumere tutto qui.

Nel secondo tempo partono forte i sanbiagini che al 8' trovano addirittura il vantaggio con Lazzarini che con un bel diagonale trova lo spiraglio giusto per infilare la palla in fondo al sacco. Nonostante il Senna Gloria metta in campo l'artiglieria pesante, i biancoblu reggono l'onda d'urto e si segnala solo un salvataggio in extremis di Barbazza, nato però da una goffa palla persa dall'estremo difensore Comandù. Il Senna le prova tutte ma sono in realtà i sanbiagini ad andare vicini al gol che chiederebbe la partita. Campagnoli prima perde l'attimo per battere a rete e successivamente lanciato a rete viene inspiegabilmente fermato dal direttore di gara (discutibile l'intera gestione della gara) che ravvisa un fallo a metà campo senza concedere uno scontato vantaggio. Ma è forse Passerini al 90' ad avere sui piedi la palla gol più clamorosa, ma questa volta il bomber si ipnotizza davanti a Calvi e a causa di un controllo di troppo si fa soffiare il pallone da Marchi. Per quella che spesso è la dura legge del gol, passa un miinuto e l'inesorabile Arena centra di testa un insperato pareggio per i padroni di casa.

Oltre all'amaro in bocca, il Samba ha dimostrato ancora una volta la sua quadratura e la maturità che il girone di ritorno sta premiando. Domenica ci aspetta una gara fondamentale per il buon proseguo del campionato.

Pagina 1 di 9

© 2015 Polisportiva San Biagio 1968. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper