VALERA FRATTA (LO) - Botta e risposta nell'emozionante match tra Valera Fratta e Samba, con un primo tempo a ritmi elevatissimi tra due squadre davvero in forma e che giocano a viso aperto. Il Valera, contestualmente ad alcune assenze, strappano un punto importante in zona playoff mentre il San Biagio più volte vicino al colpo del ko si allontana di un punto rispetto alle concorrenti della zona playout, che a conti fatti rimane l'obiettivo da evitare, tutto il resto sarà grasso che cola. Al 10' subito pericolosi i nostri biancoblu con Cannizzo che pesca Bianchi con un bel passaggio in profondità, ma Giorgi (in porta per l'infortunato Dorpetti) si supera e devia in angolo il tiro di prima intenzione del centrocampista sanbiagino. Ancora Giorgi dice di no qualche minuto dopo a Campagnoli sulla sua conclusione ravvicinata. I Valeresi al primo tentativo sono però subito pericolosi e chiedono un dubbio rigore per atterramento di Griffini: il rigore poteva starci ma per fortuna nostra l'arbitro non è dello stesso avviso del caldo pubblico gialloverde. Al 24' si sblocca la gara: Passerini in verticale per Campagnoli, tiro respinto ancora una volta da Giorgi che però non può nulla sul tap-in dello stesso dello stesso bomber biancoblu. Il Valera non ci sta e si butta subito in avanti: al 34' il veterano Luppi fermato sul più bello in posizione di offside mentre due minuti più tardi Griffini si guadagna un calcio di rigore. Va lo stesso asso gialloverde sul dischetto che però si fa ipnotizzare da Comandù sulla cui respinta però si fionda Gorra che anticipa tutti e, con l'aiuto della traversa, sigla la rete del pareggio.

Nel secondo tempo calano un po' i ritmi tra le squadre ma non manca le azioni soprattutto di marca biancoblu spesso su palla inattiva. Sono infatti da segnalare le conlusioni di Passerini, con attenta risposta di Giorgi, Lazzarini, fuori davvero di poco, e due volte con D'Agostino che trova un sempre attento Giorgi, senza dubbio il migliore dei suoi. Il Valera si tiene dunque stretto il punto guadagnato fino al triplice fischio mentre il San Biagio non ha nulla di cui recriminare. La prova c'è stata e forse ha dato un'ulteriore iniezione di fiducia alla banda di Rossetti che può ritenersi soddisfatto. Il campionato è ancora lungo e la classifica corta, quindi non bisogna dimenticare da dove veniamo e che ce la giochiamo fino alla fine.

© 2015 Polisportiva San Biagio 1968. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper