CODOGNO (LO) - Match avvincente e ricco di suspance soprattutto nei minuti finali quello tra Samba e Spinese, gara molto sentita per le squadre di Rossetti e Barbieri soprattutto perchè la vittoria avrebbe significato  per entrambe allontanarsi dalla zona calda dei play-out. Ne esce però un rocambolesco 2-2 che, di fatto, accontenta tutti e nessuno e soprattutto non cambia i destini di classifica delle due squadre. Partono decisamente meglio i sanbiagini che, con Barbazza, già al 5' sfiorano il vantaggio con un bel colpo di testa da palla inattiva che si spegne di poco a lato dando l'illusione del gol. Passano pochi minuti e il fallo di Invernizzi su Marcarini costa il penalty alla Spinese: il pararigori Brambilla intuisce e tocca, ma non riesce a evitare l'1-0 di Cannizzo. La Spinese però reagisce e al 20' una punizione di Manclossi passa non molto sopra la traversa. Sempre Manclossi qualche minuto dopo non arriva puntuale all'impatto col pallone su un bel cross di Corini. Chiude però in avanti il Samba e Campagnoli, servito da un'intuizione geniale di Benuzzi, calcia a botta sicura ma trova Brambilla a dirgli di no.

Ad inizio ripresa è ancora il Samba a rendersi pericoloso con Passerini che al 10'  impatta il pallone di testa ma la sua conclusione è troppo centrale. I ragazzi di mister Barbieri rimangono in 10 uomini per l'espulsione di Tommaso Rizzi, al 25', reo di aver pronunciato qualche parola di troppo nei confronti dell'arbitro. Ma quando i giochi sembrano ormai fatti, la punizione crossata al centro da Bottoni è spizzata da De Cesare, che festeggia con il gol l'esordio in prima squadra e firma l'1-1 al 40'. La Spinese non allenta la pressione contro uno stordito San Biagio e trova addirittura il sorpasso al minuto 43: altra punizione di Bottoni a spiovere verso l'area, Lorenzetti fa da torre per l'accorrente Corini che è letale nell'insaccare l'1-2 del sorpasso anche se in chiara posizione di off-side. In pieno recupero, però, Campagnoli rimette le cose a posto in mischia fissando il punteggio sul definitivo 2-2 prima che la beffa assuma dimensioni drastiche.

Al Samba resta il rammarico non aver saputo governare una partita che, in vantaggio e con un uomo in più, sembrava già chiusa a 5 minuti dalla fine; dall'altra parte però rimane il fatto che l'1-2 subito nei minuti finali non ha scoraggiato i biancoblu che hanno con determinazione trovato un ormai insperato pareggio visto l'andamento della gara. Che sia di buon auspici per il derby contro il Casale di settimana prossima !

VALERA FRATTA (LO) - Botta e risposta nell'emozionante match tra Valera Fratta e Samba, con un primo tempo a ritmi elevatissimi tra due squadre davvero in forma e che giocano a viso aperto. Il Valera, contestualmente ad alcune assenze, strappano un punto importante in zona playoff mentre il San Biagio più volte vicino al colpo del ko si allontana di un punto rispetto alle concorrenti della zona playout, che a conti fatti rimane l'obiettivo da evitare, tutto il resto sarà grasso che cola. Al 10' subito pericolosi i nostri biancoblu con Cannizzo che pesca Bianchi con un bel passaggio in profondità, ma Giorgi (in porta per l'infortunato Dorpetti) si supera e devia in angolo il tiro di prima intenzione del centrocampista sanbiagino. Ancora Giorgi dice di no qualche minuto dopo a Campagnoli sulla sua conclusione ravvicinata. I Valeresi al primo tentativo sono però subito pericolosi e chiedono un dubbio rigore per atterramento di Griffini: il rigore poteva starci ma per fortuna nostra l'arbitro non è dello stesso avviso del caldo pubblico gialloverde. Al 24' si sblocca la gara: Passerini in verticale per Campagnoli, tiro respinto ancora una volta da Giorgi che però non può nulla sul tap-in dello stesso dello stesso bomber biancoblu. Il Valera non ci sta e si butta subito in avanti: al 34' il veterano Luppi fermato sul più bello in posizione di offside mentre due minuti più tardi Griffini si guadagna un calcio di rigore. Va lo stesso asso gialloverde sul dischetto che però si fa ipnotizzare da Comandù sulla cui respinta però si fionda Gorra che anticipa tutti e, con l'aiuto della traversa, sigla la rete del pareggio.

Nel secondo tempo calano un po' i ritmi tra le squadre ma non manca le azioni soprattutto di marca biancoblu spesso su palla inattiva. Sono infatti da segnalare le conlusioni di Passerini, con attenta risposta di Giorgi, Lazzarini, fuori davvero di poco, e due volte con D'Agostino che trova un sempre attento Giorgi, senza dubbio il migliore dei suoi. Il Valera si tiene dunque stretto il punto guadagnato fino al triplice fischio mentre il San Biagio non ha nulla di cui recriminare. La prova c'è stata e forse ha dato un'ulteriore iniezione di fiducia alla banda di Rossetti che può ritenersi soddisfatto. Il campionato è ancora lungo e la classifica corta, quindi non bisogna dimenticare da dove veniamo e che ce la giochiamo fino alla fine.

SANTO STEFANO LODIGIANO (LO) - Importantissimo successo nel finale per il San Biagio che centra la terza vittoria consecutiva dell'era Rossetti e aggancia in classifica il Santo Stefanoe si toglie dalle zone calde della classifica. Per il Santo Stefano invece l'ennesimo passo falso di un campionato a singhiozzo e, dopo la vittoria esterna a Montanaso, cade tra le mure amiche. Inizia subito forte il San Biagio che al 8' con Passerini va vicino al vantaggio , ma Milanesi è bravo a dire di no anche sulla successiva respinta Campagnoli. Rispondono i locali al 10' con Veli che ispira Tadi ma il suo tiro è deviato dal rientrante Comandù. Al 20' Bassanini, ex di turno, serve Picetti che spreca tutto con un improbabile pallonetto. Il primo tempo si conclude con una punizione di Picetti che si conclude debolmente tra le mani del numero 1 biancoazzurro.

Secondo tempo a ritmi blandi con le due squadre che giocano con la paura del risultato ma nel finale l'orgoglio sanbiagino ha la meglio: al 39' il giovanissimo Badiini sfrutta al meglio un cross dalla sinistra di Bianchi per la rete del vantaggio e pochi minuti dopo arriva il definitivo colpo del ko, al minuto 46, di Campagnoli che con un bellissimo pallonetto conclude il più classico dei contropiedi.

Domenica prossima altro scontro delicato contro il Virtus Graffignana, il morale è alto e c'è più consapevolezza nei propri mezzi, dobbiamo solo volare basso e usare intelligenza ed orgoglio.

CODOGNO (LO) - Forza 4 ! il San Biagio del girone di ritorno è di un'altra pasta rispetto a quello opaco visto nel girone d'andata e viaggia a pieno ritmo: quarta vittoria consecutiva per la gestione Rossetti e anche il Graffignana è costretto ad arrendersi al duo Passerini - Campagnoli subendo, tra l'altro, il sorpasso in classifica. Ottimo avvio di marca biancoblu con Campagnoli che scappa sulla fascia e mette al centro un perfetto cross per l'accorrente Benuzzi che arriva con una frazione di secondo di ritardo. La rete non tarda ad arrivare ed è a cura di Passerini al 15': volata di Benuzzi sul lato destro che dal fondo trova l'accorrente attaccante sanbiagino che di piatto fa 1-0. La Virtus subito il primo gol cerca un timido risveglio ma è pronto Comandù sia sul tiro della distanza di Abbasciano sia sul tiro al volo di Cornalba ben imbeccato da Lagroia. La reazione praticamente si può riassumere tutta qui, perché il San Biagio torna a macinare gioco e sul finire della prima frazione Campagnoli cerca di ingannare il portiere ospite, ma Lacchini è bravo a recuperare la posizione e a sventare il pericolo.

La ripresa è invece un predominio biancoblu e già al 5' il bomber Campagnoli, ben servito in verticale da Bianchi, calcia a giro mettendo nel sette il pallone che Lacchini può solo raccogliere. Il 2-0 taglia letteralmente le gambe agli ospiti che subiscono, verso la metà di tempo, il gol del definitivo 3-0 ancora a cura di Campagnoli che, tutto solo in area di rigore, infilza Lacchini. Nel quarto d'ora finale da segnalare ancora una bellissima conclusione al volo di Goulart, ma Lacchini è bravo nel deviare in corner ed evitare che il risultato sia troppo pesante.

Centrato il poker di vittorie, il San Biagio rivede finalmente la luce ed esce da una zona play-off che per troppo tempo l'ha visto sfortunato protagonista. La classifica è comunque ancora insidiosa e le partite non sono da sottovalutare, quindi manteniamo il profilo basso perché il cammino è ancora lungo.

CODOGNO - Meritata vittoria del San Biagio che inizia a rivedere la luce dopo un girone di andata allarmante e decisamente sotto le aspettative. Funziona la cura Rossetti, lo si vede nell'equilibrio tattico dei biancoazzurri autori di un primo tempo da favola. Già al 3' infatti Cannizzo realizza su rigore (ineccepibile fallo sul Marcarini) il vantaggio locale. Al 10' torna al goal anche il bomber Campagnoli su assist di Passerini che scappa alla difesa giallorossa e centra per il bomber che sigla il più facile dei gol. Si fa vedere un fin qui inesistente Lodivecchio al 15' con Luisetti, la cui conclusione è alta non di molto dalla porta difesa dall'esordiente Callea. Ma è ancora il tandem Passerini - Campagnoli a capitalizzare la forza dell'attacco biancoblu e a sigliare il tris: ancora Passerini inventa mettendo Campagnoli a tu per tu con Aroldi; non sbaglia il bomber e fanno 3. Quasi in chiusura di un primo tempo a senso unico, i due attaccanti si scambiano i favori: è stavolta Campagnoli a servire in profondità Passerini che si concede la gioia personale del gol e chiude con i lpoker sanbiagino.

Nel secondo tempo tempo il Lodivecchio si sveglia ma è troppo tardi, anche se Ferrari prima (al 2') e Luisetti su punizione poi (al 25') diminuiscono il gap ma non cambiano l'andamento della partita. In mezzo e nel finale due bei interventi di Callea che sbarra la strada al forcing lodigiano. Il San Biagio sale così a quota 18, accorciando la classifica con la consapevolezza di aver ritrovato il morale e una compattezza mai vista fino ad ora, ma anche la consapevolezza che il cammino è ancora lungo e impegnativo.

© 2015 Polisportiva San Biagio 1968. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper