Buongiorno popolo Samba,

domenica e lunedì si svolgeranno due partite fondamentali per il cammino dei ragazzi biancoazzurri. Cammino fino ad ora straordinario che ha regalato tantissime emozioni, positive e negative, talvolta contrastanti, ma sicuramente emozioni forti che ogni Presidente vorrebbe vivere qualsiasi stagione.

 

Domenica i ragazzi della Prima Squadra andranno a Lodivecchio, squadra tosta e non ancora salva e che quindi ci darà sicuramente filo da torcere. Dovremo stare attenti, molto attenti con un orecchio a Casalbuttano e l'altro a Graffignana, dove l'Academy Sant'Angelo e il Romanengo incontreranno i loro destini.

Noi dobbiamo giocare a mente libera, senza tensioni, con la consapevolezza che abbiamo fatto una stagione straordinaria, abbiamo raggiunto l'obiettivo stagionale e con la mente e con le gambe libere possiamo giocarcela con chiunque e sognare una Promozione che sarebbe meritatissima, anche se passasse dai playoff.

 

il Dio del Pallone ci ha poi regalato una sorpresa inaspettata: nella categoria l'Azzurra, con due pareggi nelle due gare (Frassati Castiglionese e San Bernardo) non ha usufruito del vantaggio che aveva accreditato, forti anche della vittoria tra le nostra mure amiche (con gara sospesa sul risultato di 1-2 a causa di qualche ragazzaetto che per sentirsi più furbo ha pensato bene di lanciare dei petardi in campo).

Il calcio è strano. Il calcio ci ha ridato una possibilità. E noi la sfrutteremo !!!

Forza Samba

il destino è nelle nostre mani !!!

#playthesambaway

VIRTUS GRAFFIGNANA - SAN BIAGIO= 0 - 1

 

VIRTUS GRAFFIGNANA: Lacchini, Gelmetti, De Vecchi, Lodigiani, Zambelli, Piacentini, Piccioni (35' st Orsi), Quazzoli, Nervetti, Villantieri (30' st Vignali), Brizzi (10' st Senna).
All.: Leni
SAN BIAGIO: Comandù, Manfredi, Resta S., Sottocasa, Bertoli, Benuzzi (10' st Ravera), Tassi, Bassanini, Passerini, Lazzarini, Groppelli (35' st Badiini).
All.: Lucchini

ARBITRO: Ardemagni di Lodi

RETI: 15’ st Groppelli

GRAFFIGNANA (LO) - Il blitz del San Biagio porta la firma dell'ex. Per senza il dente avvelenato, anzi. Marco Groppelli, col sigillo numero 23 in stagione, porta il suo Samba al secondo posto approfittando delle reti bianche tra Romanengo e Sant'Angelo. La Virtus però, nonostante la sconfitta, può festeggiare la matematica salvezza. Vittoria tutt'altro che semplice per il San Biagio: dopo un grande avvio degli ospiti, sono infatti per primi i biancorossi a riprendere le redini dell'incontro e giusto al 10' si annota la prima vera chance col tiro fuori bersaglio di Villantieri. Al 20' lo imita Piccioni dopo un bel dribbling sulla destra, mentre al 25' Comandù respinge un bel tiro da fuori area di Lodigiani. Si arriva così al finale di primo tempo, dove al 43' sullo spiovente di Villantieri impatta di testa di testa Quazzoli, la difesa ospite però salva in corner. Nel secondo tempo il San Biagio riprende a macinare come sa fare spesso e si rende subito pericoloso: al 3' l'imprendibile Bertoli in contropiede lascia tutti sul posto e arriva alla conclusione, ma Lacchini dice di no con un intervento miracoloso di piede. Al 10' ci prova quindi Groppelli che su punizione chiama il portiere alla deviazione. Al 15' il gol partita: da una punizione di Tassi la palla giunge a Bertoli il cui tiro cross viene respinto da Lacchini che però non può nulla sulla ribattuta a rete di Groppelli. La reazione di casa porta in dote solamente la zuccata di Nervetti che va fuori di poco al 30'. 

fonte Il Cittadino 18/04/2016

 

CASTELVETRO INCROCIATELLO

Cavallaro, Bellini, Vailati, Ferranti, Bongiorno V., Piccini (15'st Gatti), Bongiorno M., Dilda, Gianluppi, Bartoli (20'st Presti), Scarzini.

All.: Maia

 
SAN BIAGIO

Romero, Manfredi, Resta S., Lazzarini, D'Agostino, Benuzzi, Tassi, Bassanini, Passerini (25'st Ravera), Resta R., Groppelli.

All.: Lucchini

CASTELVETRO INCROCIATELLO Quanto è dolce sconfinare, seppur di pochi chilometri: il San Biagio torna dalla trasferta in Emilia Romagna con 3 punti che valgono l'aggancio al secondo posto al Romanengo, bloccato dal match rinviato a causa del fango di Orio Litta, e il -2 dalla capolista Sant'Angelo che a questo punto è tutt'altro che inattaccabile, considerando che ora tutte le prime della classe hanno lo stesso numero di gare disputate (anche il Sant'Angelo non ha giocato nell'anticipo di sabato sera a Casalpusterlengo causa maltempo).

La gara la sblocca Roberto Resta che al 18' va a segno con un siluro al volo sotto la traversa su assist di Benuzzi sgusciato via bene sulla destra. Al 25' una spettacolare rovesciata di D'Agostino per poco non vale il raddoppio: salva tutto Ferranti sulla linea di porta. Finale di tempo favorevole ai padroni di casa che si rendono insidiosi con la conclusione a fil di palo di Gianluppi al 37' e con la zuccata di Vittorio Bongiorno su corner, che finisce però anch'essa a lato proprio allo scadere del primo tempo.

La ripresa si apre sulla falsariga del finale della prima frazione, con il Castelvetro che parte forte a caccia del pari e si rende pericoloso sempre e solo da palla inattiva con Gatti: fuori di un soffio il primo tentativo, respinto al mittente da Romero il secondo. Al 37' Cavallaro in uscita disperata salva su Groppelli lanciato a rete, nel finale il Samba resiste al forcing emiliano portando a casa 3 punti d'oro.

Articolo tratto da Il Cittadino

 SAN BIAGIO - SANT'ANGELO = 3 - 1

 

SAN BIAGIO: Comandù, Manfredi, Resta S., Sottocasa, D’Agostino, Bertoli (35’ st Lazzarini), Tassi, Benuzzi, Passerini (42’ st Bassanini), Resta R., Groppelli (35’ st Bianchessi).
All.: Lucchini
SANT’ANGELO: Boninsegna, Ferrari Lui., Brunetti, Pozzoli (1’ st Ferrari Luc.), Marchesi, Pavan, Cisse, Galmozzi (1’ stRossi C.), Daloiso, Bracchi, Carabelli (20’ st Ferrari D.).
All.: Palesi

ARBITRO: Rodigari di Bergamo

RETI: 4’ pt Passerini, 46’ pt Groppelli, 16’ st Resta R., 22’ st Daloiso


CODOGNO - Il San Biagio pepa la coda al campionato. Un quintale di pepe, perché il 3-1 che piega la capolista Sant’Angelo fa venire a galla le speranze magari sopite degli inseguitori. Al di là infatti della classifica, che vede i rossoneri ancora davanti ma con vantaggi ridotti a 3 e 4 punti rispetto a Romanengo e San Biagio appunto, a colpire negativamente in chiave barasina è il modo della sconfitta. Timida, lenta, fuori giri: questo l’identikit della squadra di Palesi, cui invece si oppone un San Biagio micidiale al tiro ed esaltatosi già in avvio, quando Passerini spezza un equilibrio che non tornerà più. L’allungo di Groppelli e R.Resta (2-0 e 3-0) non consente alla rete del sempre combattivo Daloiso di rimettere in corsa i suoi, il cui finale è tardivamente arrembante. Domenica, a Romanengo, il Sant’Angelo sarà chiamato al riscatto, pena un arrivo in volata poco raccomandabile.
Saranno il caldo o la foga maggiore, fatto sta che il San Biagio fa valere l’esperienza maturata al “Breda”. La tattica vincente è attendere per poi colpire grazie alla verve dei tre goleador. L’1-0 nasce, dopo appena 4’, da un tiro sporco di Roberto Resta agganciato da Passerini (gli ospiti vorrebbero il fuorigioco), che di sinistro incrocia per il vantaggio biancoazzurro. Il raddoppio arriva nel recupero del primo tempo: Passerini scappa a destra, il suo diagonale è respinto da Boninsegna ma arriva Groppelli che è il più lesto a ribatte sottomisura. Nella ripresa Roberto Resta scambia da sinistra, si accentra e, sfruttando un’indecisione del portiere avversario avversario, triplica. Daloiso, supportato dai neo entrati Luca Ferrari, Rossi e Daniele Ferrari, va in rete facendosi largo da solo in area, ma ormai la partita è scappata.
Il San Biagio c’è.

fonte Il Cittadino 11/04/2016

 

Pagina 7 di 7

© 2015 Polisportiva San Biagio 1968. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper